Tom Clancy’s The Division è un videogioco di genere Open World e Action RPG, sia giocatore singolo, sia multi giocatore e sia cooperativo. Proprio sul comparto cooperativo, infatti il gioco offrirà il massimo del suo potenziale. Se siete intenzionati ad affrontare questa campagna, vi consigliamo di affrontarla in gruppo, in quanto le varie modalità di gioco potranno essere giocate in una squadra di quattro giocatori al massimo, o in questo caso “Agenti della Divisione”.

Il loro eroico compito è quello di organizzarsi e combattere tutto quello che è scaturito dalla terribile diffusione del virus che percuote New York durante il Black Friday, il quale in poco tempo riduce la società al collasso e al sovversivismo totale.

“Sei l’ultima speranza per l’umanità, un agente della Divisione, un’unità di cellule dormienti attivate per salvare quel che resta della città.”

“Tom Clancy’s The Division”

In sintesi, assolvendo le missioni, sia primarie sia secondarie, sopprimendo le fazioni nemiche e aiutando i civili in difficoltà raccoglierai oggetti (armamenti, corazze, vestiti ed equipaggiamenti vari) che contribuiranno ad incrementare le potenzialità nel combattimento e a maturare esperienza.

  

Game Play

Un elemento nevralgico della parte PVE è la Base Operativa (in essa le armi sono disattivate).

Nel gioco è collocata proprio davanti al Madison Square Garden e presenta tre aree principali (Sicurezza, Medicina e Tecnologia) che, qualora potenziate dal giocatore, permettono di ottenere benefici permanenti per il proprio agente. É inoltre il luogo dove depositare gli oggetti del proprio inventario inutilizzati, funge anche da luogo di commercio con i venditori. Da qui avrai anche accesso ai bottini estratti nella “Dark Zone” (Zona Nera), ovvero una zona delimitata della mappa. Essa è la zona del PVP, la più ostile di tutte, nella quale non potrai fidarti di nessuno. Li incrocerai altri Agenti della Divisione non appartenenti alla tua squadra, Traditori della Divisione che saranno pronti a tutto pur di depredarti delle risorse che hai raccolto fino a quel momento nella Dark Zone. Se riuscirai a fuggire vivo da loro e riuscirai a scampare anche alle sempre più agguerrite fazioni nemiche, forse riuscirai a raggiungere un Punto di Estrazione e mettere in salvo il tuo bottino e quello dei tuoi compagni. Disgraziatamente non dovessi farcela, nella mappa avrai un Teschio rosso che indicherà l’ultima posizione in cui sei morto, sperando che nessuno sia arrivato li prima di te, riuscirai a recuperare il tuo bottino e tentare in una nuova estrazione.

Una volta usciti dalla Dark Zone, gli oggetti raccolti durante la “gita” potranno essere recuperati alla base operativa, oppure nel Campo Base, ma venduti soltanto ai commercianti della Dark Zone.

Il gioco come detto prima è anche Single Player, ma a quanto pare da soli è difficile avere vita lunga, se volete qualche garanzia di successo è indispensabile avere una buona squadra di Agenti.

Ognuno dei quali potrà utilizzare diverse abilità speciali che torneranno utili durante gli scontri a fuoco, oltre che disporre di equipaggiamenti diversi dal resto della squadra, man mano che ne sbloccherete di nuovi o li troverete nella mappa.

Tutti gli scontri avranno buon esito se sarete in grado di sfruttare le opportune coperture a tempo debito, con l’Agente che avrà la possibilità di passare velocemente da una copertura all’altra agevolmente.

Oltre alle abilità speciali, ai medikit e alle granate, durante il gioco ogni Agente può usare tre armi diverse per volta, ognuna delle quali selezionabili e personalizzabili dall’inventario.

 

Mappa

L’area della Grande Mela è divisa in vari settori: un’area dove affronterete le missioni cooperative, sia primarie e sia secondarie, dove troverete soltanto fazioni nemiche e civili in difficoltà. Esplorandola avrete la possibilità di trovare oggetti nascosti, in diversi negozi o locali abbandonati, armi e quant’altro. In questa zona cooperativa troverete anche la Base Operativa e il Campo Base.

Un’altra area è la Dark Zone, l’area del PVP, di cui parlavamo prima, qui troverete oltre alle fazioni nemiche, gli altri Agenti della Divisione con i potenziali Traditori.

Perlustrando quest’area troverete oggetti o armi contaminate dal virus, pertanto per poter essere utilizzate dovranno essere messi in salvo attraverso i Punti di Raccolta, comunicando con un razzo segnalatore la propria posizione agli elicotteri di supporto che nell’arco di circa due minuti raggiungeranno la posizione segnalata e vi daranno la possibilità di agganciare i vostri bottini alle funi che caleranno. Quando comunicherete la vostra posizione, anche gli altri giocatori presenti nei dintorni sapranno che l’elicottero è in arrivo, quindi fate molta attenzione a non farvi uccidere durante l’attesa dell’elicottero difendete con i denti il vostro bottino, fino a che l’esportazione dalla Dark Zone non sarà completata.

Ovviamente gli oggetti e le armi raccolte in quest’area avranno un più alto valore rispetto alle altre recuperate al di fuori della Dark Zone.

 

Nemici

I più pericolosi sono i “Purificatori” che dispongono di lanciafiamme per “ripulire” alcune aree della dark Zone ed operano in nutriti gruppi controllati dall’intelligenza artificiale. Seguono i Rikers che operano in bande abbastanza numerose controllati da un capobanda ed infine i Delinquenti che aggrediscono singoli cittadini e sono generamente due o tre. Rimane infine un’altra fazione ancora non rivelata.

 

I Nostri Consigli

  1. Quando avvistate dei nemici utilizzate sempre ogni possibile copertura per evitare di essere uccisi prima di poter efficacemente reagire.
  2. Osservate bene i nemici da affrontare e cercate di aggirarli (per esempio quelli dotati di mazze da baseball vi attaccheranno rapidamente frontalmente). Quando vi è stata lanciata una granata allontanatevi dalla zona rossa che compare attorno la vostra posizione. Le missioni hanno più ondate di nemici e quindi dopo la prima non rilassatevi ed invece ricaricate le armi risparmiando le granate per le situazioni più difficili. Ascoltate la radio che vi darà degli avvisi e dei consigli che saranno sempre utili.
  3. Osservate spesso la mappa sulla quale compariranno gli oggetti da recuperare che diversamente potrebbero sfuggire alla vostra vista.
  4. Controllate spesso l’inventario per non portare oggetti inutili, lasciandone altri di sicuro interesse quando lo zaino è pieno.
  5. I topi, corvi e cani randagi procurano XP quando colpiti.
  6. Attaccare altri Agenti nella Dark Zone per rubare i loro bottini è molto pericoloso soprattutto se non disponete di una buona squadra che vi assicura copertura nei confronti di altre che vi vedranno arrivare sulla mappa non appena li avrete sparati, come potenziali nemici.
  7. Dopo le fasi iniziali vi renderete conto che correre su e giù per Manhattan non è uno spasso e quindi potrete usare la voce del menù relativa ad uno spostamento rapido tra le due basi oppure sui punti della missione. Basta aprire la mappa, andare sull’indicatore e premere il tasto per lo spostamento rapido. Risparmierete così molto tempo, ricordando che potete anche usare questo sistema per ricongiungervi agli altri agenti della vostra squadra. Questa funzionalità è valida soltanto quando sarete nella zona singola o cooperativa nella zona PVP, ovvero nella Dark Zone, la modalità di spostamento rapido non potrà essere utilizzata.

Come ci è sembrato

Provando la Closed Beta del gioco, sin da subito, ci siamo resi conto che il gioco avrebbe appagato a pieno le nostre aspettative. In effetti, si è dimostrato un gioco veramente molto valido e molto innovativo.

Durante le varie prove e le varie partite abbiamo riscontrato soltanto qualche problema riguardante dei driver grafici su alcuni modelli di portatile di fascia medio alta con grafica Nvidia. Risolto il problema, durante il gioco abbiamo notato sin da subito un’ottima giocabilità sia con gamepad, sia con mouse e tastiera.

Al di là di qualche difetto grafico dove raramente ci imbattevamo (esempio: i computer portatili in qualche negozio di elettronica al nostro passaggio si sollevavano magicamente, oppure sul tetto di alcuni edifici le cabine in mattoni che dovevano sostenere delle antenne erano del tutto assenti e sembravano sospese in area) il gioco scorreva fluido in ogni sua parte, senza particolari problemi, il gioco non scendeva mai al di sotto dei 60 FPS, considerando anche che la registrazione era sempre attiva con una grafica alta in Full HD.

Siamo rimasti veramente molto contenti e soddisfatti nel provare la Closed Beta e attenderemo con molta ansia il lancio della Open Beta e del successivo lancio finale del gioco che vogliamo ricordare sarà l’8 marzo 2016.

Provatelo, vi aspettiamo in gioco!

Sito Ufficiale: http://tomclancy-thedivision.ubi.com/game/it-it/home/

Forum Ufficiale: http://forums-it.ubi.com/forumdisplay.php/192-The-Division

Community Intelligence: https://communityintelligence-thedivisiongame.ubi.com/#!/collectiveknowledge

Crea la tua ID Card da Agente della Divisione: https://divisionid.com/

REQUISITI MINIMI DI SISTEMA

OS Windows 7, Windows 8.1, Windows 10 (64 bit OS Required)
CPU Intel Core i5-2400 | AMD FX-6100, or better
MEMORY 6 GB RAM
GPU NVIDIA GeForce GTX 560 with 2 GB VRAM | AMD Radeon HD 7770 with 2 GB VRAM, or better – See supported List*
HARD DRIVE 40 GB available space
DIRECTX
Version 11

 REQUISITI CONSIGLIATI DI SISTEMA

OS Windows 7, Windows 8.1, Windows 10 (64 bit OS Required)
CPU Intel Core i7-3770 | AMD FX-8350, or better
MEMORY 8 GB RAM
GPU NVIDIA GeForce GTX 970 | AMD Radeon R9 290, or better – See supported List*
HARD DRIVE 40 GB available space
DIRECTX
Version 11

*Supported NVIDIA cards at time of release:
GeForce GTX500 series: GeForce GTX560 (2 GB VRAM) or better
GeForce GTX600 series: GeForce GTX660 or better
GeForce GTX700 series: GeForce GTX760 or better
GeForce GTX900 Titan series: GeForce GTX960 or better

*Supported AMD cards at time of release:
Radeon HD7000 series: Radeon HD7770 (2 GB VRAM) or better
Radeon 200 series: Radeon R7 270 or better
Radeon 300/Fury X series: Radeon R7 370 or better.